Come organizzare una diretta streaming sui social network.

Le piattaforme social hanno da sempre dettato i ritmi riguardo le innovazioni a carattere comunicativo soprattutto nel campo delle dirette streaming.

Alcune funzioni di Facebook e Instagram, come le storie o i reel, sono immediatamente diventate virali, altre invece hanno richiesto un po’ più tempo per far si che la gente metabolizzasse il loro scopo. Le restrizioni di questo periodo storico hanno fatto aumentare il numero delle Dirette Facebook e Instagram, le quali hanno contribuito a mantenere lo svolgimento di moltissimi eventi, meeting e corsi.

Avere la possibilità di entrare in contatto con la propria community in tempo reale è un fattore che si rivela fondamentale per continuare a mantenere un rapporto diretto con i propri follower, ecco perché le due piattaforme appartenenti a Facebook Inc. offrono a chiunque la possibilità di registrare dirette con il semplice utilizzo del proprio smartphone.

Spesso però, quando si vuole creare una diretta su Facebook o su Instagram, l’utilizzo della rispettiva app dal proprio dispositivo non basta. Può quindi capitare di aver la necessità di sfruttare funzionalità più professionali, come trasmettere la propria diretta su entrambe le piattaforme in modo simultaneo oppure sfruttare diverse fonti video e audio.

 

Qual è quindi un modo più professionale di trasmettere la propria diretta streaming nei canali social?

La risposta allora ricade nel software OBS Studio, un programma multipiattaforma compatibile con i principali sistemi operativi.
OBS Studio offre la possibilità di realizzare diverse tipologie di registrazione video:

  1. Registrazione dello schermo: Questa modalità viene spesso utilizzata per la realizzazione di video didattici attraverso la registrazione delle azioni effettuate, come per un video tutorial oppure un corso.
  2. Live Streaming: Questa funzione invece viene utilizzata quando si ha la necessità di realizzare una diretta streaming; in questo caso OBS funge da supporto per lo streaming video.
    Ad esempio, se collegassimo Facebook live streaming ad OBS, avremo la possibilità di gestire più telecamere attraverso delle schede di acquisizione video e di utilizzare video, transizioni e musiche che avremo provveduto precedentemente a configurare con OBS.

Questa seconda funzione di OBS viene gestita attraverso l’organizzazione di scene e fonti all’interno del programma di regia:

  • scene: ci permettono di creare dei gruppi all’interno dei quali inserire tutti gli input video, audio e grafici che si vuole mandare in onda.
  • fonti: sono tutti i file che caricheremo all’interno di una determinata scena, con la possibilità di intervenire sulla scala o posizione se si tratta di un’immagine o un video e sul guadagno o ritardo se si tratta di un file audio.

Se avete letto il mio ultimo articolo sull’organizzazione di un servizio fotografico, allora saprete quanta importanza da il nostro team alla fase di pre-produzione.

Di fatto, questa fase è cruciale per la buona riuscita di una diretta siccome comprende tutta l’organizzazione della diretta stessa; dall’allestimento del set luci alla disposizione delle telecamere, dalla realizzazione di grafiche e sottopancia alla preparazione dei loghi e dalla programmazione di OBS al test della connessione internet.
Infatti, una volta che la diretta è iniziata, non si ha più la possibilità di mettere in pausa e confrontarsi su come procedere: in parole povere, non ti puoi permettere errori.

Vediamo quindi insieme tutti gli accorgimenti da tenere in considerazione per la miglior riuscita di uno streaming.

📋SCALETTA DEI TEMPI

Quando ci si prepara per una diretta, bisogna avere fin da subito un’idea chiara di ciò che si svolgerà durante la stessa, per questo è fondamentale avere sotto mano una scaletta cronologica di tutti gli interventi che avverranno, così da preparare tutto il materiale necessario.

 

📝ORGANIZZAZIONE TECNICA

Una volta che si ha un’immagine nitida di come la diretta verrà strutturata, si può procedere con la fase di organizzazione tecnica, la quale comprende:

  • La creazione di un’immagine d’apertura;
  • La fornitura di loghi e sponsor;
  • La realizzazione di sottopancia con nomi e ruoli di chi interverrà;
  • La preparazione del programma OBS;
  • Il numero e la disposizione delle telecamere;
  • La necessità o meno di microfoni.

 

📡CONNESSIONE CABLATA

Di sicuro, il peggior incubo è quello che si presenti durante lo streaming un problema di connessione. Per non correre rischi, noi ci assicuriamo sempre di poter lavorare con una connessione internet stabile di tipo cablata, con un flusso minimo di dati in upload di almeno 30Mb/s.

 

📺LA SCELTA DELLA PIATTAFORMA

Tutte le piattaforme social permettono di collegare il programma OBS tramite un’apposita chiave che viene generata automaticamente ogni volta che si vuole iniziare una diretta.
Personalmente, io preferisco lavorare su YouTube, siccome permette una maggiore elasticità nelle impostazioni della live come la programmazione nel calendario, la disattivazione della chat e l’ottimizzazione della latenza in base alla connessione.

In un mondo dove la tecnologia è in continua evoluzione, è bene rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità per poter stare al passo con i tempi.

E tu, hai mai organizzato e gestito una diretta in streaming??

Spero che questi consigli possano esserti stati d’aiuto.

A presto e buon lavoro!