5 consigli (+1) per fotografare al meglio i tuoi prodotti.

Rimanere produttivi in questo periodo è davvero complicato, sopratutto per i fotografi che, come me, sono stati costretti a trasferire la propria scrivania dallo studio alla casa.

Questo cambiamento repentino in un primo momento mi ha destabilizzato parecchio, siccome non ero più in grado di distinguere la mia vita privata dal lavoro ma, una volta preso il ritmo, ho ritrovato la mia vecchia routine. Infatti, assieme al mio team, siamo riusciti a portare a termine lavori che erano rimasti in corso d’opera e sono riuscito a realizzare anche dei servizi fotografici di still life allestendo un set in casa.

Naturalmente, ciò è stato possibile solo grazie a una forte organizzazione ed ad un’ottima collaborazione con i miei colleghi.
Sei curioso di scoprire come abbiamo realizzato un servizio fotografico in una situazione dove non ci è permesso entrare in contatto con altre persone?

Ecco quindi i consigli che ti permetteranno portare a termine lo shooting in totale sicurezza.
Vediamo quali!

✏️ PRE-PRODUZIONE

Fase fondamentale che renderà solido ed organizzato il tuo lavoro, la pre-produzione occupa buona parte del tempo, siccome ti aiuterà a stilare una scaletta da poter seguire in fase di scatto ed editing grafico.
Per ogni lavoro compilo un layout; ciò mi garantisce di portare a casa il lavoro senza riscontrare fastidiosi problemi. In questo documento inserisco tutte le informazioni a me utili come una moodboard da cui prendere ispirazione, i modelli, le location, l’attrezzatura di cui avrò bisogno e tutte le idee che, assieme al mio team, abbiamo pensato per la realizzazione dei contenuti.

 

📷 PRODUZIONE

Finalmente arriva il girono in cui tutte le idee che hai nella testa prendono forma.
Io parto sempre con l’allestimento del set luci; spesso scatto con un singolo flashmontato su un diffusore, ed un pannello riflettente per schiarire le ombre. Mi piace particolarmente scattare con questo set-up siccome nella maggior parte dei casi, voglio conferire alle mie fotografie un aspetto naturale simulando la luce del sole.
Se hai la possibilità, collega la macchina fotografica al computer mentre scatti, per due motivi: il primo è che in questo modo potrai visualizzare un’anteprima più grande della foto che ti permetterà di individuare i difetti più piccoli; il secondo motivo è che così facendo, otterrai un back-up immediato delle foto direttamente nella cartella del cliente.

 

🖥 POST-PRODUZIONE

Questa fase per me è quella più creativa, infatti avrai modo di definire lo stile grafico da fornire ai tuoi contenuti.
Su Lightroom dispongo di diversi preset che utilizzo per ogni singolo cliente; questo mi permette di mantenere lo stesso stile tra un servizio e l’altro anche a mesi di distanza.
Quando il gioco si fa più duro e le tue foto necessitano di un fotoritocco più marcato, puoi trovare la soluzione in Photoshop. L’importazione in questo caso è davvero semplice siccome i due programmi Adobe comunicano perfettamente: dalla galleria di Lightroom ti basterà selezionare una fotografia, fare click destro su di essa, aprire la voce “modifica con” e scegliere Photoshop. A questo punto la tua foto, con le regolazioni già applicate, si aprirà sul secondo programma e sarai libero di rimuovere tutti i difetti in maniera più accurata. Una volta terminato il lavoro, ti basterà salvare la fotografia in formato psd e in automatico la galleria di Lightroom si aggiornerà con il file appena modificato.

 

🙌🏻 RICHIEDERE UN PARERE ESTERNO

Perché il tuo prodotto funzioni, è necessario ricevere un parere da chi non è stato influenzato dal lavoro stesso, mi spiego meglio: quando stai scattando da ore o passi molto tempo davanti al computer su un singolo progetto, inizi a distinguere con più fatica i potenziali difetti che non ti fanno apprezzare a pieno la fotografia.
In questo caso, chiedere un parere ad un tuo collega potrà essere la chiave per la riuscita di un buon lavoro, dato che sarà in grado di farti notare tutti i particolari che a te erano sfuggiti perché eri abituato a vederli da ore.
In questo periodo però risulta complicato coinvolgere in modo diretto un tuo collega, quindi la soluzione ricade nello smart working. Molti programmi di chat on-line permettono la condivisione del tuo schermo che, in fase di scatto, potrà rivelarsi davvero utile permettendo ad un tuo collaboratore di partecipare al servizio in maniera virtuale offrendoti un feed-back immediato sulla fotografia appena scattata.

 

📊 TRELLO

Un software gratuito davvero comodo che ti permetterà di avere una visione completa sugli sviluppi di un lavoro è Trello. Con questo programma avrai modo di creare molteplici liste per ciascun cliente, all’interno delle quali aggiungere una checklist con le fasi di ogni lavoro e aggiungere le scadenze nel calendario.
In questa maniera potrai organizzarti alla perfezione e riuscire a trovare più facilmente dei momenti da dedicare a te stesso.

 

🎧 SPOTIFY

Un ambiente di lavoro silenzioso dove l’unico suono che puoi ascoltare è quello delle tastiere e i click del mouse, non è mai un ambiente produttivo al 100%.
Ascoltare della musica sia quando scatti in studio, sia quando post-produci delle fotografie, ti permetterà di sentire meno la fatica del lavoro mantenendo però sempre alta la concentrazione.
Personalmente quando lavoro mi piace molto ascoltare delle cover acustiche; queste mi aiutano molto a mantenere la mente rilassata ed aumentare la mia produttività.

Ci stiamo avvicinando alla fase 2 di questa quarantena; le aziende riapriranno a scaglioni e la vendita al dettaglio sarà molto limitata, quindi continuare ad alimentare la tua presenza on-line potrà fare la differenza per la tua attività. Ti consigliamo dunque di realizzare un catalogo sul tuo sito web, come quello che trovi sul nostro sito, con fotografie che rappresentino al meglio i tuoi prodotti, in modo da tenere aggiornati in qualunque momento i tuoi clienti.
Nel caso non disponessi di un sito web, non ti preoccupare, perché anche Facebook ha introdotto la sezione vetrina, dove potrai aggiungere tutti i tuoi articoli con prezzi e didascalie.

Hai appena conosciuto il mio metodo di lavoro e come io e il mio team ci prepariamo ad affrontare un servizio di shooting fotografico.

E tu, come organizzi il tuo lavoro tipo?

Spero che questi consigli possano esserti stati d’aiuto per mantenere la tua produttività alta anche in un periodo così complicato.

A presto e buon lavoro!